Focus pettorali: 3 esercizi top per… prendere la vita di petto!

pettorali

Qualche anno fa, in una nota pubblicità, Babbo Natale esclamava soddisfatto: “Peccato tutto petto!”. Ok, non si riferiva propriamente ai pettorali ma insomma, prendiamola come buona. Se anche tu miri ad ottenere un bel “tutto petto” beh… abbiamo i tre esercizi che fanno proprio al caso tuo!

La vita va presa di… petto!

Tra questo modo di dire e l’ancor più famoso “carpe diem”, probabilmente anche tu qualche volta hai preso in considerazione l’idea di smettere di farti mille problemi per cominciare a “mordere la vita”. Facile a dirsi, un po’ meno a farsi. Eppure da qualche parte si deve iniziare: e allora perché non farlo proprio dai muscoli che hanno ispirato questo parallelismo? I pettorali sono muscoli molto ampi che danno volume al torace e proprio per questo conferiscono un aspetto virile e fiero. Ma allenare i pettorali è utile anche alle donne per tonificare il seno, visto e considerato che quest’ultimo è sprovvisto di una muscolatura propria.

I 3 esercizi perfetti per il tuo fantastico… “tutto petto”

Gli esercizi per i pettorali sono tanti e spesso coinvolgono più zone del corpo tra cui braccia, spalle e addominali. Ma, come forse già saprai, ogni area anatomica ha una sua modalità di allenamento perciò, così come ci sono esercizi mirati per ottenere un addome scolpito o eliminare le ali di pipistrello sulle braccia, altrettanto devi concentrarti sui pettorali. Start now!

#1 Croci su manubri con fitball

Punti di riferimento:

– Talloni posizionati leggermente dietro la verticale del ginocchio.

– Scapole incollate alla fitball.

– Braccia semiflesse e bloccate durante tutta l’esecuzione.

Esecuzione:

Posizione di partenza: afferra i due manubri e stenditi sulla fitball (solo la schiena rimane in appoggio, non i glutei). Nel contempo, porta i manubri in alto, sopra la testa, tenendoli perpendicolari al suolo.

Posizione di arrivo: apri le braccia tenendo i gomiti leggermente flessi fino ad arrivare al massimo allungamento per il muscolo pettorale.

Immagini per migliorare l’esecuzione:

– In fase di apertura immagina di infilare le scapole in delle tasche.

– Sempre in fase di apertura, immagina che ci sia un filo immaginario che ti porta il petto verso l’alto e nel contempo strizza i glutei come se fossero due spugne piene d’acqua.

#2 Piegamenti

Punti di riferimento:

– Allineamento tra spalle, bacino e piedi.

– Mani posizionate all’altezza delle spalle e ad un’ampiezza leggermente superiore.

– Sguardo rivolto al pavimento.

Esecuzione:

– Posizione di partenza: metti mani e piedi a terra e solleva il corpo facendo leva sulla distensione delle braccia e sui piedi.

Posizione di arrivo: piega le braccia fino a formare con i gomiti un angolo di 90°.

Immagini per migliorare l’esecuzione:

– In fase di risalita immagina di far sprofondare le mani sul pavimento.

Croci con manubri su panca inclinata 30°

Punti di riferimento:

– Talloni posizionati leggermente dietro la verticale del ginocchio.

– Spalle basse e scapole incollate alla panca.

– Braccia semiflesse e bloccate durante tutta l’esecuzione.

Esecuzione:

– Posizione di partenza: afferra i manubri e stenditi sulla panca inclinata. Estendi le braccia semiflesse verso l’alto.

Posizione di arrivo: apri le braccia verso l’esterno e porta i manubri in linea con la testa.

Immagini per migliorare l’esecuzione:

– In fase di salita immagina di sprofondare dentro la panca.

– Per tutta la durata dell’esecuzione immagina di sprofondare i piedi sul pavimento e strizza i glutei come se fossero due spugne piene d’acqua.

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>