Ginocchio del corridore: cos’è e come si cura

Sindrome del Ginocchio del Corridore

Ti è mai capitato, durante la corsa, di provare un dolore alla parte esterna del ginocchio che inizialmente non ti sembrava acuto ma che, con l’aumentare dei chilometri, è cresciuto di intensità e si è ridotto solo al termine dell’allenamento, a riposo? Se ti è successo, potresti aver avuto un affaticamento della bandelletta ileotibiale, sindrome anche nota come “ginocchio del corridore”.

Si tratta di un infortunio che accade a molti corridori e si manifesta quando un Runner inizia a spingere un po’ di più, provando ad aumentare velocità e distanze, andando così a stressare oltremodo l’articolazione. Quando il sovraccarico è ancora limitato, non si avverte subito il dolore e questo fatto può trarre in inganno anche i Runner più esperti che continuano nel loro allenamento incuranti del fastidio, salvo poi, dopo un certo numero di chilometri, iniziare a percepire un dolore acuto, sempre più intenso, nella parte esterna del ginocchio che li costringe a fermarsi e camminare.

COS’È?
La benderella (o bandelletta) ileotibiale è il tendine comune di due muscoli, il grande gluteo e il muscolo tensore della fascia lata. La sua funzione è quella di rendere stabile la componente antero-laterale del ginocchio.
Come detto in precedenza, il dolore alla parte esterna del ginocchio, nelle fasi iniziali dello sforzo, non è acuto ma si manifesta solo dopo un certo numero di chilometri divenendo via via sempre più forte. Alcuni Runner hanno la sensazione che il ginocchio sia bloccato, questo perché il dolore si accentua quando la bandelletta passa sopra il condilo femorale laterale, ossia, in altri termini, quando il ginocchio, flettendosi, forma un arco di circa 30 gradi. Il dolore si attenua una volta a riposo ma, se non curata adeguatamente, l’infiammazione può aggravarsi e il dolore può persistere anche a distanza dall’allenamento provocando difficoltà nella flessione della gamba.
La diagnosi di sindrome della bandelletta ileotibiale avviene attraverso un esame obiettivo che evidenzi dolori alla pressopalpazione nella zona del seno tarsale. Raramente si ricorre ad esami radiologici.

CAUSE E FATTORI DI RISCHIO
Tra le cause che portano alla infiammazione della bandelletta, vi sono sia fattori anatomici sia fattori sportivi. In particolare, tra le cause legate all’anatomia della persona possiamo ricordare: il ginocchio valgo, il piede pronato, l’epicondilo femorale pronunciato e, anche se molto spesso poco considerato, il sovrappeso. I fattori sportivi invece sono legati all’intensificazione e alla modifica degli allenamenti, alla corsa con pendenze positive e negative, a lunghi percorsi.
Recenti studi scientifici rivelano che questo tipo di infortunio possa anche dipendere da una debolezza dei muscoli delle anche che, interferendo con la biomeccanica della corsa, possono portare ad un sovraccarico del ginocchio.

COME SI CURA
Per uscire dalla fase acuta è consigliabile il riposo assoluto per un periodo che varia, a seconda della gravità dell’infiammazione, tra le 2 e le 4 settimane, associato a crioterapia. Tuttavia il riposo da solo non è sufficiente a risolvere il problema perché l’infiammazione è spesso dovuta, come detto, alla debolezza dei muscoli che supportano il ginocchio.

Risulta importante affidarsi ad esperti che identifichino eventuali aree di debolezza muscolare, creando un percorso di potenziamento personalizzato che riguardi tutti i muscoli coinvolti nella meccanica dell’articolazione del ginocchio.

Inoltre è importante analizzare la tecnica di corsa per risolvere eventuali problemi posturali.

SPECIALE VIDEO
Ti è mai capitato di provare il dolore che abbiamo descritto? Se desideri approfondire, abbiamo un’attenzione speciale per te: tre video con esercizi mirati per curare il ginocchio del corridore. Per guardarli vai sul sito Medinfit, crea il tuo account e inserisci il codice showclub2018 nella tua pagina profilo.

A questo punto non ti resta che cercare nella sezione “I Miei Video”:

Fibrolisi polpaccio sinistro con roll mat (supino)

Fibrolisi Polpaccio sinistro con roll mat supino

 

Fibrolisi pelvici trocanterici sinistro con pallina

 

Fibrolisi pelvi trocanterici sinistro con pallina

 

Stretching dinamico quadricipite bicipite femorale destro (decubito laterale sinistro)

Stretching dinamico quadricipite bicipite femorale destro (decubito laterale sinistro)

 

Hai male al ginocchio e vorresti sapere se anche tu soffri della sindrome del “ginocchio del corridore”? Lasciaci un messaggio qui sotto, prenota una consulenza specifica cliccando qui sopra  o chiamaci ai numeri 049 8161686 (sede di Padova) oppure 0422320681 (sede di Treviso).

 

 

10 Commenti

  1. Andrea | 12 febbraio 2016 at 16:30
     

    Articolo molto interessante ed utilissimo per i runner di tutti i livelli che, prima o poi, incontreranno sul loro cammino la ‘sindrome della bandelletta’.
    Fondamentali gli esercizi da fare non solo nelle fasi acute ma come routine nel proprio allenamento. Importante anche il rafforzamento di alcuni gruppi muscolari spesso erronemante trascurati nella preparazione

  2. Davide | 13 dicembre 2016 at 22:49
     

    Vorrei sapere se potrei soffrire di questa infiammazione visto il dolore nella parte esterna del ginocchio durante allenamento calcistico

  3. Giulia Francescon | 15 dicembre 2016 at 14:21
     

    Ciao Davide, puoi scrivere a segreteria@showclub.it così potremo approfondire? In alternativa prova a scrivere sul nostro form “Prenota Consulenza”. Grazie :)

  4. Matteo | 18 marzo 2017 at 10:47
     

    Questo dolore mi sta rovinando ogni allenamento…

  5. Giulia Francescon | 21 marzo 2017 at 17:52
     

    Ciao Matteo, se vuoi approfondire scrivi a segreteria@showclub.it. Saremo lieti di aiutarti!

  6. Vincenzo | 8 aprile 2017 at 21:27
     

    Sto soffrendo più da due mesi ho fatto fisioterapia e plantari.

  7. Giulia Francescon | 10 aprile 2017 at 13:50
     

    Ciao Vincenzo, se vuoi approfondire scrivi a segreteria@showclub.it. Saremo lieti di aiutarti!

  8. Roberto | 19 maggio 2017 at 20:29
     

    Buonasera… Corro da poco più di 1 anno tenendo il tempo. A marzo ho fatto la mia prima mezza maratona Roma ostia. Da quasi un mese ho cambiato allenamento da correre e basta ho iniziato a fare 3 allenamenti di cui il primo un medio veloce, il secondo ripetute da 1000m o da 400.il terzo un fondo lento. Qlc giorno fa correndo 10 km con un amico verso la fine ho sentito un dolore acuto all interno del ginocchio sx, (mediale? ) il dolore il giorno dopo ha camminato dietro.. La sensazione oltre al dolore è come quando ci insacchiamo un dito della mano, e una sensazione di stranezza e gonfiore… Se qualcuno mi può consigliare o rassicurare o andare dritto a fare una visita? Grazie buona serata

  9. Daniele | 15 giugno 2017 at 12:44
     

    Salve purtroppo è da più di un mese che non riesco più ad allenarmi. Ogni volta che provo a correre comincio ad avvertire dolore da sotto il gluteo sinistro che aumenta fino a coprire l’intera fascia laterale esterna della gamba fino al ginocchio. Sapete dirmi se effettivamente si tratta di questo tipo di infiammazione e consigli per risolverla? Grazie

  10. Andrea | 15 dicembre 2017 at 9:55
     

    Penso dì soffrite dì questi problema noi ha dolori acuti nei momenti dì riposo ma appena corro Dolore

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>