Più sport = meno stress: i 3 benefici dell’attività fisica per la mente

più sport meno stress

Happiness is NOT a warm gun”. Si può partire da questo spunto, modificando leggermente il titolo uno dei pezzi più intensi del White Album dei Beatles datato 1968, per affrontare l’interrogativo, “lo sport dà la felicità?”. Lo diciamo subito: SI! La felicità sempre più spesso fa rima con movimento ed esercizio fisico.

Essere felici di conseguenza porta ad essere meno stressati nella vita di tutti i giorni. A suffragare la tesi che il movimento fa bene al nostro cervello e alla nostra psiche è il Journal of American Geriatrics. “Con l’aumento della forza muscolare” sottolinea la rivista specializzata americana “si è notato un follow-up della funzione cognitiva delle persone prese in esame”. In soldoni, persone più forti fisicamente sono più forti anche a livello cerebrale e di conseguenza più resistenti alla fatica. Un bel cambio di prospettiva, pensando a quante volte hai sentito frasi del tipo “questa persona è tutto muscoli e poco cervello”.

ADDIO DISTRAZIONE, BENVENUTA CONCENTRAZIONE

Concentrazione e convinzione. Queste due parole si possono declinare in tutti i campi della nostra vita. Dal lavoro allo studio, dalle amicizie all’amore. Fare attività sportiva aiuta a restare più concentrati. Non solo frase fatta, ma anche studio pubblicato su Current Biology a firma del dott.Guillen Fernandez. Fare esercizio fisico dopo lo studio aiuta migliorare la memorizzazione dei dati. “Ci sono buone ragioni per credere che il rilascio di determinati neurotrasmettitori come la dopamina e la noradrenalina” afferma il professore tedesco, direttore a Nijmegen del Donders Centers for Neuroscience at the Radboud University, “porti alla produzione di particolari proteine in grado di favorire il processo di memorizzazione”. La dopamina e la noradrenelina, finché pratichi sport, vengono rilasciate in quantità importanti. Restare sempre sul pezzo è da sempre uno dei segreti del successo in ambito lavorativo e di studio. Passiamo quindi al secondo punto: la convinzione nei propri mezzi.

CREDO IN ME

Tra i vari benefici dell’esercizio fisico, che molto spesso vengono analizzati in maniera superficiale, c’è proprio l’aumento della fiducia in sé stessi. Fisicamente quando si inizia un percorso di allenamento volto al miglioramento del proprio aspetto, se si lavora con perizia e determinazione, i frutti tardano poco ad arrivare. Il cambiamento fisico poi molto spesso porta anche maggior convinzione nei propri mezzi. Tanti gesti diventano più facili, spesso non senti la fatica, in poche parole diventi più attivo e più sano. E spesso anche più felice 😉 Questa riscoperta di te stesso, delle potenzialità del tuo corpo, porta sempre a cascata una nuova comprensione di Te anche a livello psicologico. Una riscoperta di quello che sei internamente. In poche parole, l’autostima inizia a decollare ad altitudini siderali.

BEN RITROVATA AUTOSTIMA

Credere nei propri mezzi è il mattone più importante per avere un’autostima migliore. Una percezione positiva di te è il primo passo verso una visione migliore del mondo che ti circonda. Come in tante cose, molto spesso c’è bisogno anche di un aiuto esterno o di un “perché” per migliorare. L’esercizio fisico ti abitua ad una determinata forma mentis. Fissi un Obiettivo, compi le azioni corrette per arrivare al risultato e poi raccogli non solo sul “campo” o sul parquet del club dove ti alleni, ma anche nella vita quotidiana. Senza scorciatoie di alcuna sorta o senza alibi. Per vedere crescere la propria autostima è fondamentale non ingannare sé stessi. Solo così “Happiness is NOT a warm gun”.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>