Dorsalgia: cause, sintomi e soluzioni

Tempo di lettura: 6

Indice articolo

Se sei una persona originale, che ama distinguersi, probabilmente non soffrirai dei tipi di mal di schiena più diffusi e noti, la lombalgia e la cervicalgia, ma potresti sperimentare un senso di malessere localizzato nella zona dorsale: la dorsalgia.

Se vuoi scoprire tutto sul tuo dolore e trovare, finalmente, il modo per liberartene, continua a leggere questo articolo.

Introduzione

La dorsalgia è il dolore della colonna nel tratto centrale della schiena che è chiamato “rachide dorsale” ed è compreso fra le vertebre D1 e D12, estendendosi dalla base del collo fino alla parte superiore della zona lombare.

Sebbene il dolore in questa zona sia meno diffuso rispetto alla cervicalgia e alla lombalgia, è comunque comune ed è frequente anche fra i più giovani a causa delle posture scorrette e di uno stile di vita sempre più sedentario.

Come per tutti gli altri problemi muscolo-scheletrici, la dorsopatia non ha un’unica manifestazione né un’unica causa, ma tendenzialmente è localizzata tra le scapole e il dolore è spesso legato ad irritazioni vertebrali, un’eccessiva contrazione del diaframma, disfunzioni di qualche organo interno o disturbi cervicali che irradiano sul dorso.

Sintomi della dorsalgia

donna si tiene la schiena e soffre di dorsalgia

I sintomi sono indirizzati verso il fine giusto, solo che per realizzarlo usano i mezzi sbagliati.

James Hillman, Il codice dell’anima, 1996, p. 77 (trad. it).

Quando parliamo di dorsalgia dobbiamo innanzitutto distinguere fra dolore cronico che si avverte da settimane, mesi o anni e dolore acuto che invece è insorto da poco tempo. Nel caso di un dolore dorsale cronico si alternano periodi di dolore intenso a periodi di dolore moderato.

Il malessere può insorgere durante il movimento, ma si presenta prevalentemente quando si è fermi in piedi e si deve sostenere la colonna.

La sintomatologia correlata alla dorsalgia può avere diverse forme, fra le più comuni:

  • fitte e crampi alternate a dolore costante in un punto esatto della colonna;
  • sensazione di bruciore (un dolore “urente”);
  • rigidità muscolare di tutta l’area;
  • intorpidimento e formicolii di spalle, braccia e mani;
  • affaticamento muscolare.

Cause della dorsalgia

Le cause del dolore nella parte centrale della schiena sono molteplici, ma sono principalmente di natura muscoloscheletrica o viscerale.

Cause di origine muscolare

Si avverte una tensione diffusa che può essere legata al sovrallenamento, a movimenti bruschi o anche a un’eccessiva contrazione del diaframma, il muscolo respiratorio che separa la cavità toracica da quella addominale.

Il diaframma, infatti, tende ad irrigidirsi quando siamo in ansia o sotto stress. È un muscolo estremamente connesso alla nostra emotività e può irradiare la sua tensione anche fino a metà schiena causando la dorsopatia.

Si può, inoltre, avere un dolore di natura cervicale, ad esempio legato al muscolo trapezio, che si diffonde anche in area dorsale.

Cause di origine vertebrale

La dorsalgia può essere legata ad un trauma vertebrale o ai postumi di un trauma, ma anche a determinate posture.

Infatti, quando siamo seduti a lungo con le spalle in avanti, accentuando la fisiologica curva cifotica, le vertebre dorsali finiscono per irritarsi dando luogo a dolore e rigidità della colonna vertebrale.

Cause di origine viscerale

L’infiammazione a livello di alcuni organi, come il cuore, i polmoni e soprattutto lo stomaco, può riflettersi anche al centro della schiena.

In particolare, è lo stomaco ad essere strettamente legato alla colonna vertebrale, oltre che al diaframma. Di conseguenza, uno stato di costante irritazione di quest’ultimo, dovuto a stress, sedentarietà e cattiva alimentazione, può influire negativamente anche sulla schiena e sul diaframma, in un vero e proprio circolo vizioso.

Ricorda: sebbene le diagnosi ‘fai da te’ siano molto in voga per rilevare la dorsalgia è necessaria l’attenzione di un medico specialista che identifichi l’origine del dolore, effettuando eventualmente anche alcuni esami (la radiografia dorsale, la risonanza magnetica o la TAC dorsale).

Soluzioni: gli esercizi per dire addio alla dorsalgia

personal trainer consiglia esercizi dorsalgia

Una volta individuate le cause del dolore nella zona dorsale, si possono ricercare le soluzioni. E quale rimedio è meglio dell’esercizio fisico?

Per dire addio alla dorsalgia puoi svolgere degli esercizi che si focalizzano sulla flessibilità e sulla forza, due elementi fondamentali per una schiena sana. Unendo flessibilità e forza, infatti, si lavora in modo completo sulla salute e sul benessere della zona dorsale e delle scapole, promuovendo la mobilità, la riduzione delle tensioni ed anche una migliore postura.

Ricorda di eseguire gli esercizi con attenzione, ascoltando sempre il tuo corpo e adattando l’intensità alle tue capacità.

Esercizi di FLESSIBILITÀ

La flessibilità è cruciale per mantenere una corretta postura e prevenire tensioni muscolari nella zona dorsale. Ti consigliamo degli esercizi che favoriscono il rilassamento e l’allungamento dei muscoli della schiena e del diaframma ed esercizi di mobilità del tratto dorsale nei movimenti che possono presentare una maggiore rigidità.


1) RILASCIO MIOFASCIALE DORSALE

Esercizio per la dorsalgia: RILASCIO MIOFASCIALE DORSALE

Uno degli esercizi che ti proponiamo è il “rilascio miofasciale dorsale” che consiste in una pressione sui punti di maggiore tensione grazie all’utilizzo di un foam roller, un piccolo rullo cilindrico con scalanature. Questo automassaggio sulla zona dorsale aiuta a rilassare la muscolatura e a mobilizzare le vertebre.

Stenditi in posizione supina con il foam roller situato all’altezza delle scapole. Metti le mani dietro la nuca e le gambe flesse con i piedi in appoggio. Esegui dei rotolamenti in modo lento e continuativo lungo tutto il tratto dorsale. 

Effettua il movimento per almeno 1’. 


2) STRETCHING DIAFRAMMA

Esercizio per la dorsalgia: STRETCHING DIAFRAMMA

Per il rilassamento del diaframma puoi provare, invece, lo stretching del diaframma.

Collocati in posizione supina. Solleva il bacino staccandolo dal pavimento e mantenendolo retroverso. Posiziona le braccia sopra la testa abbandonandole al pavimento. Esegui delle profonde ispirazioni dal naso utilizzando il diaframma (addome) per poi espirare dalla bocca in modo naturale fino al completo svuotamento dei polmoni.

Effettua 3-4 respirazioni complete per almeno 2 volte.

Esercizi di FORZA

Gli esercizi di forza che attivano i muscoli della zona dorsale sono essenziali per una postura corretta e per la salute delle spalle. Questi esercizi coinvolgono i principali movimenti delle scapole, in particolare l’abduzione, l’adduzione e la depressione, migliorando la resistenza muscolare e di conseguenza riducendo il dolore.


3) KNEELING PULL-UP

Esercizio per la dorsalgia: CROCI INVERSE PRONO

Collocati in ginocchio su una superficie morbida. Afferra un asciugamano o un elastico con una presa poco più larga delle spalle. La posizione di partenza è con l’asciugamano/elastico al petto e i gomiti verso il basso. La posizione di arrivo è con le braccia tese in alto. Metti in tensione l’asciugamano/elastico mentre lo porti al petto, facendo attenzione a tenere le spalle lontane dalle orecchie (depressione scapolare).

Esegui il movimento per 45”.


4) CROCI INVERSE PRONO

Esercizio per la dorsalgia:

Distenditi in posizione prona con le braccia aperte a 90°. La posizione di partenza è con le braccia appoggiate a terra. La posizione di arrivo si raggiunge sollevando le braccia con i pollici rivolti verso l’alto e avvicinando le scapole fra di loro (adduzione scapolare). 

Esegui il movimento per 45’’.


Vuoi approfondire gli esercizi di flessibilità e forza per la dorsalgia? Scarica il nostro manuale, così potrai scaricare anche le tensioni nella parte centrale della tua schiena!

manuale dorsalgia

Conclusioni

La dorsalgia, sebbene meno nota della cervicalgia e della lombalgia, può causare un notevole disagio nella parte centrale della schiena. Questa condizione può essere attribuita a una serie di fattori, tra cui tensione diaframmatica, problemi muscolo-scheletrici e disturbi ad organi interni che si irradiano anche sul dorso.

In questo senso, gli esercizi di flessibilità e forza possono essere un buon rimedio per migliorare la salute della schiena, riducendo o prevenendo dolore, tensione e rigidità nella zona dorsale.

Ricordiamo, tuttavia, che riconoscere le cause del dolore è fondamentale per un trattamento efficace. Pertanto, è bene rivolgersi a un medico per una valutazione accurata.

Condividi

FAI IL PRIMO PASSO

Ti aspettiamo negli Show Club a Padova e Treviso.

Compila il form per continuare

Testa il tuo livello di benessere.

Scopri la valutazione della tua forma fisica e migliora il tuo stile di vita grazie ai consigli personalizzati dei nostri esperti.

Compila il form per continuare

test forma fisica

Testa il tuo livello di benessere.

Scopri la valutazione della tua forma fisica e migliora il tuo stile di vita grazie ai consigli personalizzati dei nostri esperti.

Che bello!

Siamo contenti tu abbia deciso di iniziare da oggi il tuo cambiamento.

Nelle prossime ore ci prenderemo cura di contattarti per fissare il nostro primo incontro.

A presto!

Il Team di Show Club

Ti stai iscrivendo alla nostra newsletter


    MF

    Cliccando su invio dichiaro di aver letto e accetto l’informativa privacy.