piramide del movimento

La piramide del movimento

Tempo di lettura: 2

Indice articolo

Tutti noi conosciamo, o per lo meno abbiamo sentito parlare, della piramide alimentare, ma pochi conoscono l’esistenza di una piramide del movimento. [pullquote align=”full” cite=”” link=”” color=”” class=”” size=””]L’obiettivo della piramide? Combattere la sedentarietà.[/pullquote]
Secondo l’OMS, infatti, ogni settimana dobbiamo dedicare almeno 150 minuti all’attività fisica. Come ci viene in aiuto questa piramide? Dandoci delle direttive utili per come e quanto muoverci durante la settimana.
Il meno possibile
Rappresenta l’apice della piramide e racchiude tutte le attività extra-lavorative o scolastiche da evitare: è tutto ciò che ci fa restare seduti per più tempo. Per esempio dovremo limitarci nel guardare la televisione, considerandola più che altro un’eccezione, dovremo limitare l’uso del computer (quando non serve strettamente per fini lavorativi). In generale si dovrebbe evitare di restare seduti per più di trenta minuti consecutivi quando possibile.
Due-tre volte alla settimana
Con questa frequenza dovremmo compiere azioni che hanno un basso livello di sforzo aerobico: possono rientrare in questa categoria delle attività ricreative quali il golf, il bowling o il giardinaggio. A questi si possono alternare degli esercizi muscolari che comprendono lo stretching, lo yoga o il sollevamento pesi.
Tre-cinque volte a settimana
Per mantenere il corpo in forma bisogna migliorare il nostro metabolismo, aumentando la nostra frequenza cardiaca e la nostra capacità polmonare. Per questo è meglio dedicarsi ad attività aerobiche per almeno venti minuti, come nuotare, camminare a passo svelto o andare in bicicletta. A questi esercizi bisogna far seguire trenta minuti di attività ricreative che possono includere il nostro sport preferito, che sia calcio tennis, basket o ballo.
Ogni giorno
Dovremo trovare quotidianamente dei modi per… muoverci di più. Ad esempio, quando usciamo per delle commissioni potremmo approfittarne per fare un giro più lungo o prendere in considerazione l’idea di un’uscita a piedi extra con il nostro cane. Un’altra idea può essere quella di parcheggiare l’auto un po’ più distante rispetto al solito e andare a lavoro a piedi. Anche una chiacchierata al telefono può essere fonte di movimento: quando qualcuno ci chiama, invece di starcene sdraiati sul divano o seduti sulla sedia, proviamo a mantenerci attivi camminando su e giù per la stanza.
Ricordiamoci che seguendo queste semplici indicazioni godremo di qualche beneficio tangibile nelle nostre vite; sarà un piccolo aiuto per contrastare il sovrappeso, migliorare la pressione arteriosa e bruciare qualche grasso in più. E soprattutto, ogni piccolo movimento ci aiuta a liberarci dallo stress e aiuta la mente a ricaricarsi.
Per condurre davvero uno stile di vita salutare, ricordiamoci infine – anche se sembra superfluo – dell’importanza di affiancare al movimento una dieta equilibrata. Che non significa privazione eccessiva, ma buon senso e misura.

Condividi

FAI IL PRIMO PASSO

Ti aspettiamo negli Show Club a Padova e Treviso.